Lunedì: riepilogo

Buongiorno, laboratorianti!

E buon lunedì. Ecco l’articolo di riepilogo di questa settimana.



Durante l’ultima lezione abbiamo finalmente incontrato la protagonista: Anna. I suggerimenti e gli appunti (fateci caso) sono diventati più radi. Perché? Ci saremo per caso afflosciate? Forse ci siamo sedute sugli allori lasciando il compito di modificare tutto all’autrice?

Certo che no, non lo avrei permesso!

E allora qual è la ragione?

Be’, sono due.


1. La prima riguarda una naturale propensione di chi scrive. Andando avanti nella storia il fraseggio migliora, la caratterizzazione si approfondisce (soprattutto verso la metà) e gli eventi che portano avanti la trama diventano più chiari.

2. Arriva un momento, nell’editing di un romanzo (soprattutto quando il macro ha un ruolo preponderante) in cui le modifiche devono essere delegate all’autor*, questo perché deve decidere molte cose verso l’alto (inizio) e verso il basso (fine) della storia e noi non dobbiamo e non possiamo sostituirci.


Dunque, detto questo, ecco il file che abbiamo visto sabato.

Riepilogo 1202
.pdf
Download PDF • 11.78MB

Qui, invece, il link della registrazione (ah, tutte le registrazioni che vi ho fornito saranno disponibili fino alla fine del corso, poi le eliminerò).

https://us02web.zoom.us/rec/share/wWwbY72E2TZgbEPKGY2USUU2l4zFntbRMbiIEAhmL7uzlvJH7SyvZWFoD5pqYJxt.TPIfJiFqJ8tis9Ff (Passcode: pS%3WyDW)


Informazioni dall’autrice: ha deciso di optare per lo psichiatra che “è sempre lì” pur non vivendo fisicamente lì, e le piace l’idea che sia una strana figura per Maddalena (seguendo il ragionamento di Giorgia) e che la conduca a una conclusione (sbagliata, ovviamente). Tutto il resto ce lo farà sapere giovedì con il file chiarimento e con le risposte ai nostri dubbi.


Domani parlerò di CE e del ruolo dell’editor nella ricerca per l’autor*.


A presto e buona settimana!

G.